DIAMANTE

Mangio l’Amore e bevo l’Essenza,

nell’aria e nell’acqua

sono benevolenza,

il fuoco, le fiamme

riprendono cadenza.

Salto nel Vento,

la sua brezza leggera

scompiglia i muri dell’Esistenza

con insistenza.

Qualcosa sta arrivando,

forse domani,

oltre le parole l’ignoto

nei giorni funesti.

Guardano le onde impetuose

la mia bocca

e spalanco il respiro

nel rovescio del Tempo.

Diamante,

ti chiamo sulle alture

degli antichi pensieri,

riscopri in me

tutti i miei desideri.

© ® Il canto degli occhi – Federica Pedullà
© ® Copyright 2015 – All rights reserved – Tutti i diritti riservati – Marchio registrato MECPLM

THANK YOU FOLLOWERS SO MUCH! Federica Pedullà